Prodotti 

Givrè

Givrè Givrè Givrè
Lavorazioni del Vetro Givrè

La givrettatura è una decorazione particolare basata sulla proprietà che hanno certe colle del tipo detto “da falegname” di asportare al momento dell’essiccazione minute scaglie di vetro dalla superficie di una lastra sulla quale siano state applicate. Tale definizione è riportata testualmente dal “Manuale Tecnico del vetro” della Saint Gobain.

Una lastra di vetro viene sabbiata su di una superficie che poi è ricoperta di colla e lasciata essiccare. La colla asciugandosi si contrae e nel contrarsi esercita il distacco di piccole scaglie di vetro in corrispondenza delle quali la lastra appare quindi come scabra e lucida, nuovamente trasparente o quasi.

L’assoluta originalità del disegno derivante, irripetibile e non regolabile, conferisce pregio alla lastra che, lavata e ripulita dai residui di colla è immessa alla vendita.
Il processo può essere eseguito anche per zone con alternanza di parti trattate e no, con un migliore effetto decorativo.
In gergo, il vetro givrettato è detto anche ghiacciato (dal francese givrè: brinato) avendo l’aspetto di una lastra sulla cui superficie si sia ghiacciata dell’acqua.
Possiamo pertanto definire questa particolare lavorazione del vetro quasi una scienza.

Il vetro givrettato è adatto per porte esterne ed interne, ante per mobili, pannelli per vetrine, vani scala ed in tutte quelle zone dove vi è la necessità di garantire la più completa privacy, in quanto le sue foglie schermano le immagini lasciando passare la sola luce.
Il vetro givrettato può essere fornito in vari colori, spessori e dimensioni

Condividi Su